Glossario

Approfondimenti tecnici

Salute sul lavoro

La sicurezza sul luogo di lavoro consiste in tutta quella serie di misure di prevenzione e protezione (tecniche, organizzative e procedurali), che devono essere adottate dal datore di lavoro, dai suoi collaboratori (i dirigenti e i preposti), medico competente e dai lavoratori stessi per evitare malattie professionali

Scarichi Idrici

Per scarico idrico si intende qualsiasi immissione diretta o indiretta di acque reflue, di tipo domestico o industriale, destinate ad un corpo ricettore (fognatura, corso d’acqua, suolo, sottosuolo).Ogni scarico deve essere preventivamente autorizzato.

Sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul luogo di lavoro consiste in tutta quella serie di misure di prevenzione e protezione (tecniche, organizzative e procedurali), che devono essere adottate dal datore di lavoro, dai suoi collaboratori (i dirigenti e i preposti), medico competente e dai lavoratori stessi per evitare malattie professionali

SISTRI

Il SISTRI (SIStema di controllo della Tracciabilità dei RIfiuti) è stato istituito nel 2010 con l’obiettivo di automatizzare tutti gli adempimenti amministrativi e i relativi controlli, riguardanti il trasporto e il trattamento dei rifiuti speciali. I soggetti obbligati ad iscrizione SISTRI devono accertarsi che il rifiuto segua il percorso previsto, dal luogo ove viene fisicamente prodotto, fino all’impianto dove verranno svolte le operazioni di recupero o smaltimento, mediante supporti informatici (USB SISTRI). In questo modo i rifiuti saranno tracciati.
Una volta divenuto pienamente operativo, il SISTRI sostituirà il Formulario, il Registro di carico e scarico e il MUD.

DECRETO MINISTERIALE DEL 17 DICEMBRE 2009
USB SISTRI

Smaltimento

È l’operazione con la quale un rifiuto viene eliminato senza danni per l’ambiente, ma senza ottenere né materie prime, né energia. Ad esempio, il deposito in discarica è un’operazione di smaltimento.

D.Lgs.152.All.B

Sottoprodotto

Definito dall'art. 184-bis del D.Lgs. 152/06, è qualsiasi sostanza od oggetto che soddisfi TUTTE le seguenti condizioni: a) è originato da un processo di produzione, di cui costituisce parte integrante, e il cui scopo primario non è la produzione di tale sostanza od oggetto; b) è certo che sarà utilizzato, nel corso dello stesso o di un successivo processo di produzione o di utilizzazione, da parte del produttore o di terzi; c) può essere utilizzato direttamente senza alcun ulteriore trattamento diverso dalla normale pratica industriale; d) l'ulteriore utilizzo è legale, ossia la sostanza o l'oggetto soddisfa, per l'utilizzo specifico, tutti i requisiti pertinenti riguardanti i prodotti e la protezione della salute e dell'ambiente e non porterà a impatti complessivi negativi sull'ambiente o la salute umana.

D.Lgs. 152-06 vigente al 20-02-2015 PARTE IV
DM 13-10-2016 n. 264 Sottoprodotti